Archivi tag: luigi bavagnoli

Nico Ivaldi intervista Luigi Bavagnoli per Piemonte Mese

Luigi Bavagnoli, presidente dell’associazione speleo archeologica Teses, rilascia una nuova ed interessante intervista a Nico Ivaldi, per Piemonte Mese.
Ecco il link all’intervista integrale, per conoscere qualcosa di più sulle avventure sotterranee e sui metodi di indagine caratteristici di quella disciplina che prende il nome di Archeologia del Sottosuolo.

http://www.piemontemese.it/2017/04/30/quando-si-dice-underground-luigi-bavagnoli-e-larcheologia-del-sottosuolo-intervista-di-nico-ivaldi/

Annunci

Dialogando con Gianluca Marino – intervista a Luigi Bavagnoli

Intervista del giornalista Gianluca Marino a Luigi Bavagnoli, presidente dell’associazione speleo-archeologica Teses di Vercelli.

Consueto appuntamento video per Vercelli Web TV, dedicato, oggi 24 marzo 2016, a Luigi Bavagnoli. Qualche scambio di battute avente come sfondo la splendida abbazia medievale di S. Andrea, gioiello gotico-romanico della città di Vercelli.

Luigi Bavagnoli – biografia

Luigi Bavagnoli, ricercatore, esploratore, speleologo, autore, personaggio televisivo (Vercelli – 1975), è fondatore e presidente dell’associazione speleo-archeologica Teses: TEam Sperimentale Esplorazione Sotterranei.

Appassionato fin da piccolo di storia e di archeologia, grazie all’interesse del padre e, prima ancora del nonno che fu anche curatore di un museo, inizia a raccogliere storie poco note, leggende e racconti popolari creando un archivio che in pochi anni raggiunge e supera le 9.000 segnalazioni.
La classificazione per località e tipologia di storia costituiranno la base per la nascita, nel 1996 dell’associazione Teses, di cui ne è presidente.
Nel 2004 è con-fondatore della Federazione Nazionale Cavità Artificiali, di cui resterà consigliere fino al 2008.
Dal 2008 fa parte della squadra di ricerca Estrema Team ed è socio onorario di Geographical Research.
Dal 2010 è caposquadra delle IMF Adventures, corsi di survival organizzati da Italian Milirtary Fitness.

Tra i numerosi aspetti del passato, Luigi si appassiona a ciò che è sotterraneo e nascosto: la ricerca dei leggendari cunicoli e passaggi segreti, spesso protagonisti delle leggende.
Inizia a frequentare i corsi necessari per potersi dedicare allo studio delle cavità artificiali, mentre attraverso il sito web http://www.teses.net iniziano ad arrivare numerose segnalazioni di utenti, in merito a storie e leggende di tutta Italia.

Noto principalmente per la scoperta dello Spartito del Diavolo, uno degli elementi chiave delle leggende legate al Principato di Lucedio; per il ritrovamento della leggendaria reliquia conosciuta come Il dente del Gigante di San Cristoforo;  per aver posizionato l’insediamento attribuibile alla mitologica Ysengard; per aver trovato spiegazione scientifica della leggenda del Fiume di Ossa di Santa Maria Maggiore; per aver mostrato al grande pubblico ambienti sotterranei inaccessibili come il Putridarium di San Bernardino alle Ossa, il ‘presunto’ passaggio segreto del Castello di Milano.

Pubblica su numerosi periodici, cura rubriche (Ventro tra le fronde, L’Imprevisto, Lo Scarpone, Mistero Magazine, La Sesia);
partecipa a numerose trasmissioni (The Scariest Places on Earth, Mistero, Bella Italia, Lombardia Ritrovata, ScreenSaver, 48 Stunden Angst, Stargate, L’altro Lato, Sabato, Domenica &…);
tiene conferenze, partecipa a congressi (Archeologia del Sottosuolo, Bolsena 2005, XII° Convegno Nazionale del CICAP, Volterra);
produce e realizza con Alessandro Fulci e Fabrizio Danieli numerosi documentari per il progetto Teses Mystery Channel, alcuni di questi trasmessi in prima serata su Italia 1;
collabora con le fotografe Stefania Piccoli e Valentina Giammarinaro nella realizzazione di alcune mostre fotografiche dalle quali nascerà, nel settembre 2014, il libro fotografico “Suggestoni dal Sottosuolo“, per l’associazione 12 Dicembre.

Nel 2018 è docente del corso per indagatori di Misteri “L’arte del disinganno“, organizzato dal Cicap.