Mauro Biglino e le ultime rivelazioni sulla Bibbia

Mauro Biglino è uno studioso di religioni e traduttore dell’ebraico antico, che ha lavorato per anni per conto delle Edizioni San Paolo, per le quali ha tradotto numerosi libri della Bibbia.

Il rapporto di lavoro con le Edizioni San Paolo è stato interrotto quando Mauro ha iniziato a raccontare ciò che quei testi contenevano realmente.

La grande esperienza maturata in questi decenni gli ha permesso di iniziare a pubblicare i risultati dei suoi studi, in alcuni libri che hanno suscitato grandissimo interesse ed altrettanto scalpore, editi da Uno Editori.

Come infatti ogni storico sa bene, le fonti di prima mano, o in ogni caso quelle più antiche disponibili, possiedono contenuti più prossimi al messaggio originale voluto dagli autori e sono più distanti dal messaggi contenuti in successive rielaborazioni, potenziali vittime di interpretazioni arbitrarie ed errori.

Il lavoro di Mauro è stato quello di tradurre l’Antico Testamento dal punto di vista prettamente letterale, evitando quindi ogni forma di interpretazione teologica, partendo dal testo più antico riconosciuto dalla Chiesa Cattolica come riferimento per la stesura della Bibbia.

Ed è dal Codice Masoretico di Leneingrado che inizia il suo lavoro, un testo lavorato dai masoreti di Tiberiade e prodotto in forma definitiva nel 1008. Ed è questo testo che la Chiesa Cattolica riconosce come unico ed ufficiale, sorgente per la stesura della Bibbia, o, più precisamente, dell’Antico Testamento.

Come spiega il prof. Biglino, in questo testo sono state scritte altre cose, storie differenti da quelle che oggi leggiamo nelle Bibbie moderne. Traducendo letteralmente l’antico codice emergono una serie di rivelazioni utilissime per gli storici e gli appassionati di indagini e di ricerche filologiche.

Molti di noi hanno letto la Bibbia, diciamo, “moderna”. Ma cosa emergerebbe, secondo lo studioso Mauro Biglino, dal testo depurato da secoli di convinzioni ed elaborazioni filosofiche e teologiche?

Tra le affermazioni più interessanti di Mauro Biglino, per esempio, spicca il fatto che nella Bibbia non si parli di Dio, che Adamo ed Eva non siano stati creati, ma che siano il risultato di ingegneria genetica, che i cherubini fossero macchine e non buffi angioletti come spesso di crede.

Per saperne di più siamo andati ad intervistarlo, ospiti della Libreria Esotericamente di Torino (di via Garibaldi 18, interno cortile). Con cordialità, modestia e serenità, Mauro, che qui ringraziamo, ha risposto alle numerose domande di Paolo Pulcina, inviato del Teses, per il progetto Teses Mystery Channel.

Tra le sue opere recenti:

Non c’è creazione nella Bibbia – La Genesi ci racconta un’altra storia. Uno Editori
Il Dio Alieno della Bibbia – Dalla traduzione letterare degli antichi codici ebraici. Uno Editori
Il Libro Che Cambierà per Sempre le Nostre Idee Sulla Bibbia – Gli dèi che giunsero dallo spazio?. Uno Editori
Resurrezione Reincarnazione – Favole consolatorie o realtà?. Uno Editori
Chiesa Romana Cattolica e Massoneria – Realmente così diverse? Uno Editori

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...