Facebook intervista Luigi Bavagnoli dei Teses

In seguito alla precedente iniziativa (http://www.teses.net/news/amici-facebook-intervistano-luigi-bavagnoli/), in cui gli amici ed i fan di Facebook hanno intervistato Luigi Bavagnoli, presidente dell’associazione Teses, sono giunte molte altre domande.

Ecco l’occasione per rispondere alle nuove domande:

– La tua carriera di ricercatore è in continua crescita, sei sempre di più il riferimento italiano nel panorama delle ricerche e delle esplorazioni. Come lo vivi?

Non credo sia del tutto vero. Ci sono molte altre persone che si occupano di esplorazioni, io forse sono solo più attivo in campi diversi. Credo fortemente nelle ricerche sul campo e negli archivi, ma anche nella divulgazione, che deve avvenire tramite ogni mezzo possibile, compresi i new media e, infine, mi sta molto a cuore la tutela e la valorizzazione del patrimonio culturale storico ed archeologico del nostro paese.
Forse è proprio la convergenza di questi tre elementi e il continuare a proporre iniziative ed idee innovative, che può avermi dato un po’ di luce. Ma la strada che ho in mente è ancora molto lunga ed in salita, almeno finché non potrò contare su reali sostegni economici.

– Quest’anno non ti abbiamo più visto nella trasmissione Mistero di Italia 1, a parte delle repliche. Sono cambiati i rapporti con la trasmissione? Ora hai un’esclusiva con la RAI?

Assolutamente no, i ragazzi della troupe sono simpaticissimi e sono ancora in ottimi rapporti con tutti loro. Semplicemente non c’è stata l’occasione per lavorare di nuovo insieme. Non sempre le esplorazioni portano a scoperte interessanti per il mondo della televisione e spesso le ricerche vanno a vuoto per mesi. E le scoperte non si possono sceneggiare o inventare, devono esserci realmente. Questo spiega la mia assenza dagli schermi Mediaset.
Con RAI non ho alcuna esclusiva, mi è stato richiesto di collaborare per alcuni servizi del TGR Lombardia e, quando ho potuto, ho portato il mio contributo. Ma non esiste alcun vincolo.

– Negli ultimi mesi abbiamo visto comparire il logo di Kong in alcuni vostri materiali, su molte foto e nell’ultimo video documentario. Si tratta di un primo sponsor?

Sarebbe molto bello, ma purtroppo la crisi economica che si è abbattuta sull’Italia non consente questo tipo di collaborazioni. Non è uno sponsor, ma Kong condivide con noi la passione per la ricerca e l’esplorazione, così come noi ci riconosciamo nella sua attenzione a produrre materiali sempre più innovativi.
C’è la possibilità di lavorare insieme a possibili prodotti nuovi, che potrebbero nascere da esigenze ben specifiche riscontrate dall’attività sul campo, così come possiamo proporre idee e suggerimenti su come migliorare i materiali già esistenti.

– Complimenti per il bellissimo documentario sulla Sfinge della Valganna, com’è stato lavorare con Jane Alexander?

Divertente! Jane l’avevo già conosciuta durante le riprese di un servizio per Mistero ed eravamo subito andati d’accordo. Da lì a poco si è innamorata del mondo “Teses”, al punto di iscriversi ufficialmente all’associazione come collaboratrice.

Quella che avete visto era la sua seconda esperienza nel sottosuolo, direi che se l’è cavata benone. Inoltre è una ragazza molto simpatica e spontanea, gli scambi di battute che vedete nel video sono tutti spontanei e sono solo alcuni dei numerosi di quella giornata.

– Seguiamo con attenzione la tua rubrica sul mensile di Mistero, veramente molto interessante, di cosa ci parlerai in futuro?

Credo che l’opportunità di scrivere sul magazine di Mistero sia molto importante, in termini di visibilità, andando a raggiungere un pubblico che non è propriamente il mio. Vorrei parlare di storie reali e affascinanti, magari anche di luoghi poco noti o del tutto sconosciuti, che però racchiudono misteri e storie che vale la pena conoscere e ricordare nel tempo.
Il primo articolo sulla “Mappa del tesoro”, ha riscosso un grande successo.
Se avete critiche o suggerimenti, scrivetemeli pure, sarò ben felice di avere nuovi spunti per tentare di migliorarmi!

– Impossibile non chiederti quali saranno i prossimi progetti…

Sicuramente lavoreremo ancora al progetto TMC – Teses Mystery Channel (www.videotmc.teses.net), producendo nuovi video su luoghi interessanti dal punto di vista storico ed archeologico, ma senza dimenticare quel pizzico di folclore che da personalità e stimola la curiosità di tutti voi.
Mi piacerebbe anche spaziare su di un’altra tipologia di video, trasversale ai misteri e sicuramente molto affascinante, ma dipende dal tempo che riuscirò ad avere a disposizione. Per ora è tutto in fermento, vi aggiornerò.

Un caro saluto a tutti quanti mi seguono e che fanno conoscere la nostra attività, anche tramite i social network!

luigi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...