Il salvataggio di puzzetta

MVC-0004

Rimettendo mano agli archivi dell’associazione, mi imbatto in una cartella chiamata “Puzzetta”. Il ricordo di quell’avventura mi ha fatto molto piacere, per cui ho deciso di condividerla con tutti voi.

Il 20 gennaio del 2002 ci eravamo recati a Borgo d’Ale, per documentare fotograficamente i resti del castello degli Areglio (VC). Faceva veramente molto freddo e, alle 8:00 di mattina, eravamo già nella boscaglia del colle.
Vagando tra i resti ancora leggibili dei muretti rimasti in piedi, ci imbattemmo in un piccolo cane bianco.  Era semi congelato, ci pareva morto.Aveva sicuramente trascorso la notte, o più notti, sul colle, cercando di coprirsi in una depressione del terreno, tra le foglie secche. Non mangiava da giorni.

Decidemmo di scaldarlo con i potenti fari dotati di lampade alogene che non potevano mancare nei nostri zaini e scoprimmo che era una femmina.
Iniziava a muoversi, abbandonandosi alle nostre cure. Forse aveva capito che non aveva molte altre alternative…
La portammo a Santhià, dove non fu difficile farla adottare. Dal pessimo odore che emanava venne battezzata “Puzzetta”, era molto anziana e quasi totalmente cieca.

Ma visse serenamente gli ultimi anni della sua vita con la sua nuova famiglia, cacciando ratti con un’agilità invidiabile.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...