Biografia: Niels Stensen

Niels Stensen, meglio conosciuto come Niccolò Stenone o, in latino, come Steno, fu anatomico e naturalista nel XVIII secolo.

Nato a Copenhagen l’11 gennaio del 1638 studiò inizialmente medicina per trasferirsi ad Amsterdam ed a Leida e si lauerò in medicina nel 1664. Si trasferì ospite del mecenate Melchisedec Thèvenot, dove ebbe modo di conoscere e di frequentare i più grandi nomi della scienza di quel periodo.

La passione che alimentava lo studio e la ricerca di “Stenone” è dimostrata dagli ottimi risultati conseguiti durante i suoi studi medici. Fu lo scopritore del dotto parotideo, che prese poi il suo nome, e interpretò correttamente la funzione delle ghiandole, distinguendo quelle secernenti ed i linfonodi.

Non solo, dimostrò che il cuore è un muscolo, andando contro alla tradizione che voleva fosse fonte di calore o la custodia dell’anima. Non dimentichiamoci che visse nel 1600!
Nel 1666 si spostò ancora una volta, in Toscana, alla corte dei Medici, dove oltre a frequentare illustri personaggi iniziò ad interessarsi anche alla geologia ed alla mineralogia.

Con la sua pubblicazione “De solido intra solidum”, si assicura il primato di fondatore della moderna geologia.

Grande il suo contributo nella geologia, le sue leggi sulla stratigrafia divennero le basi dell’archeologia stratigrafica moderna asserendo che uno strato geologico è più recente di quello che si trova sotto ad esso e più antico di quello che si trova invece al di sopra.

Anche in campo paleontologico la passione che alimentò i suoi studi ebbe modo di portare grandi risultati.
Comprese per primo l’essenza di fossili, fino a quel momento reputati pietre di bizzarre forme e non come resti di animali antichi.
Infine si occupa anche di cristallografia deducendo la legge della costanza degli angoli diedri.
Una tale mente, preziosissima per la rapida evoluzione della scienza, subisce però un arresto improvviso.
Danese luterano, a Firenze si converte al cattolicesimo, conversione estremamente negativa per la persona che lo portò all’abbandono degli studi scientifici, che sempre mal si conciliano con le credenze popolari e le religioni.

In ogni caso nel 1675 divenne sacerdote e due anni dopo addirittura vescovo. Niels Stensen lascia quindi l’Italia per la Germania, dove morì il 5 dicembre.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...