L’acquedotto dell’Acqua Marcia

Eh no, amici.

Nell’acquedotto romano dell’Acqua Marcia non vi era acqua stagnante!
Il nome deriva dal pretore Quinto Marcio Re. Si tratta, forse, di una delle prime opere che ci si appresta a studiare quando ci si avvicina allo studio dell’Archeologia del Sottosuolo e delle Cavità Artificiali.

Infatti il tratto ipogeo di questa opera idraulica atta al trasporto delle acque è lungo ben 80 chilometri.

La frase di apertura è emblematica: in pochi lo conoscono e, tra questi, in molti hanno convinzioni errate sull’origine della sua denominazione.
Invito quindi tutti gli amici speleo ed archeo, con tanta passione ed amore per la storia e la cultura, di continuare l’opera divulgativa allargata ai più, per favorire la corretta comprensione e la doverosa conoscenza del nostro passato.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...