Essere un Teses

Spesso è difficile trasmettere le emozioni che si vivono nell’oscurità più totale, solo parzialmente rischiarata da pochi led o da qualche faretto alogeno di profondità, tra le insidie nascoste, prevedibili o meno.

Ma ancora più difficile è far capire quanto sia impegnativo fare l’esploratore di ambienti sotterranei, per cui provo a descriverlo in questa nota.

Far parte del Teses significa avere moltissima passione, spirito di sacrificio, essere disposti a svegliarsi presto per le uscite, essere disposti a prendere ferie quando occorre incontrare una persona in particolare o recarsi in qualche archivio o in qualche biblioteca.

Serve tanto buon senso e spirito di squadra.

Significa far parte del gruppo con costanza, viverlo a 360 gradi perché più cose si imparano e più opportunità di partecipare a missioni impegnative si presentano. Senza esperienza si rischia la vita e la si fa pure rischiare a chi ci è vicino.

Occorre partecipare ad ogni missione che la propria preparazione ed esperienza lo consenta. Frequentando gli altri si apprende molto velocemente, in questo modo si integra la preparazione fornita dai manuali con l’esperienza che si ottiene solo sul campo.

Per essere un vero Teses occorre pensare all’attività 24 ore su 24. Si cambia proprio modo di ragionare, di vivere. Ci si deve continuamente chiedere cosa esplorare, cosa potrebbe esserci sotto ai nostri piedi, come documentare al meglio le proprie scoperte, come migliorare i materiali a disposizione, come ottimizzare i tempi, e così via.

Essere soddisfatti quando si rientra a casa dopo ore di marcia su colline boschive, aprendosi i sentieri con un machete, con zaini pesanti sulla schiena, sporchi da fare schifo, pieni di graffi e di tagli, lividi ovunque.

Lavare e controllare l’attrezzatura, lavorare al computer con mappe, cartine e foto aeree da sovrapporre, ipotesi da fare, da condividere con altri membri della squadra, ragionare, proporre, essere elastici e pronti a cambiare tutto alla luce di un nuovo indizio.

Essere soddisfatti anche quando non si trova nulla. Perché la prossima volta…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...